Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta; lo smog che avvolgeva le città come Milano,Torino, Brescia per citarne alcune. Negli   anni a seguire con l’aumento del traffico  su ruote gommate  si è esteso in tutta la penisola.
Le origini di questa parola furono coniate  in Inghilterra a  Londra agli inizi del secolo scorso ed è un abbreviativo della parola smoke(fumo) e fog (nebbia) per la densa cappa che fornivano le industrie che funzionavano a carbone.

Lo smog oggi è riferito sopratutto ad inquinamento atmosferico questo fenomeno  si evidenzia e si aggrava nei mesi invernali dopo lunghi periodi di siccità e solo a questo punto suona il campanello d’allarme e i media.

Accendono i riflettori con servizi televisivi e pagine e pagine sui quotidiani, nazionali di tale argomento.

Gli enti preposti per la salute danno dei suggerimenti sul come comportarci, i governanti del momento cercano qualche palliativo, come le targhe alterne, o il blocco del traffico per ridurre un poco l’inquinamento.

I governi dei vari stati nel mondo potrebbero trovare delle soluzioni alternative, ma per scopo interessi non vogliono sentire o fanno finta di non sentire.
Le strutture sanitarie vengono così sottoposte  ad un carico enorme dalle  conseguenze dei danni provocati nelle fasce più deboli gli anziani e i bambini,figuriamoci le famiglie interessate?

Detto fra noi con la conoscenza e la tecnologia si potrebbe sicuramente trovare una alternativa comune per sviluppare nuove tecnologie ad impatto ambientale zero.

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Domanda: L’aria che si respira non è forse l’unico alimento adatto per tutte le persone che abitano sopra la superficie della terra?Qui il corpo non ha scelta come nella alimentazione.

Ci sono una miriade di forme di alimentazione ognuna legata alle proprie origini, da sud a nord da est ad ovest del pianeta terra, ma c’è solo un tipo di aria più o meno pura che serve per mantenere in vita un essere umano e se vivi in un ambiente fortemente inquinato ne paghi le conseguenze.
Non ci sono altri posti per ora disponibili in altri pianeti per andare a rigenerarsi e ossigenarsi, i sanatori per la cura dei polmoni sono stati chiusi da tempo e non possiamo ridurci come i minatori.

Codesti  avevano un campanello di allarme e una via di fuga, noi il campanello di allarme lo abbiamo,con le tecnologie  che ci avvisano e ci allertano, ma la via di fuga no.

Quindi noi possiamo o dovremo tenere a mente sempre l’esempio del minatore.

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Forse non tutti lo sanno ma chi fa ancora questo pericoloso mestiere sicuramente lo sa. Nei tempi passati quando un minatore scendeva nel sottosuolo per scavare nelle varie miniere da quelle di carbone fossile a quelle dei vari minerali si potava con se un simpatico uccelletto un canarino,di certo non per sentire come cantava ma per uno scopo ben preciso, quello di salvargli la vita.

Le prime miniere di carbone non avevano sistemi di ventilazione.

I minatori portavano nelle nuove caverne  delle miniere un canarino dentro una gabbietta. I canarini sono particolarmente sensibili al metano e al monossido di carbone, il che li rendeva perfetti per rivelare la presenza di gas pericolosi.

Fino a che sentivano il canto del canarino potevano esser sicuri che l’aria fosse respirabile. il silenzio prolungato di questo uccelletto ne presumeva la morte del canarino  ed era un segnale per segnale  per l’immediata evacuazione.

Forse può essere capitato anche a voi di trovare qualche piccolo uccellino morto ai bordi della strada. Questo che segnale è? Non è forse lo stesso segnale che salvaguardava la vita di un minatore?

Il minatore quando non sentiva più cantare il canarino non si domandava perchè non cantasse e non era indeciso sul da farsi, ma lasciava il posto di lavoro velocemente  e se ne scappava a gambe levate, rimanere significava rischiare la propria vita.

Non è forse la stessa cosa per noi? Non respiriamo la stessa aria del canarino morto ai bordi della strada? Questa aria la respirano anche quelli che fanno finta che nulla accada. Solo Fanno finta  di non vedere e non sentono per incrementare i loro interessi.

I danni causati da queste polveri sottili possono essere al momento poco evidenti, ma con il tempo possono modificare la struttura delle cellule e farle impazzire, al punto tale che poi è troppo tardi per rimediare.
Ok anni settanta anni ottanta smog parola semi sconosciuta e localizzata, ora parola globale.

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Meglio la prima foto a sinistra in alto  o la seconda a destra in basso?Questa è una scelta  forzata ma che non fa alcuna differenza perchè…. meglio nessuna delle due.
(La primin alto è Milano , la seconda  Pechino)

L’inquinamento non è solo locale  come si poteva pensare un tempo ma globale vedi circolo correnti d’aria che si spostano e portano con se queste nuvole cariche di agenti inquinati (vedi Cernobil) da un continente ad un altro.

Probabilmente molte delle intolleranze ed allergie alimentari e non nei bambini e negli adulti e non solo loro, possono essere causate da diversi fattori ma l’aria fa la sua parte.

Sopratutto dall’aria inquinata che si respira  passa attraverso i bronchi e mescolata con l’ossigeno entra nei vasi sanguigni nel sangue. Queste polveri sottili aumentano la produzione di radicali liberi che a sua volta abbassano le difese immunitarie e i danni che queste sostanze possono provocare al nostro organismo sono molteplici:  allergie, intolleranze morbi,e quando le cellule impazziscono insorgono i tumori.

Smog semplicemente smog tipo anni sessanta settanta

Cosa fare .Educare le famiglie ad una alimentazione ricca di verdure e cereali integrali, si parla molto di questo, ma la realtà è molto lontana. La TV e i media fanno poco per non dire quasi nulla, ultimamente hanno denigrato certi alimenti sicuramente a ragione, perchè anche per gli animali l’alimentazione non è più quella di un tempo.

L’alimentazione come nutrizione è ben accorta e può contribuire parecchio al benessere fisico.

Non a caso la maggioranza  dei nutrizionisti ora cercano di educare le persone a ad una alimentazione vegetale.

Tutto questo a volte per mancanza di tempo, per lavoro, e altri motivi non è possibile e per ovviare alle carenze di vitamine e minerali o a degli eccessi di grassi sicuramente possono venire in aiuto gli integratori,naturali, di estrazione vegetale e non di sintesi chimica, come un multivitaminico, un omega e un antiossidante.

Certo un mondo come in questa ultima foto forse è una utopia, un sogno realizzabile per l’umanità.

Il canarino noi lo abbiamo e sono le  tecnologie che ci allertano e che ci possono aiutare  a migliorare  l’aria che respiriamo, dallo smog e da qualsiasi fonte di inquinamento, questo è l’unico luogo dove l’uomo può vivere.

Altre vie di fuga come il minatore per ora non si conoscono quindi spetta ad ognuno di noi l’accortezza di migliorare l’ambiente anche nelle piccole cose.

Un caro saluto da Enrico e alla prossima.

Carne rosse insaccati  e tumori nei tempi moderni

Carne rosse insaccati e tumori nei tempi moderni

Carne rosse insaccati e tumori nei tempi moderni

In questi giorni non si parla di altro se non di Carne rosse insaccati e tumori nei tempi moderni

Hanno acceso un faro, hanno messo a fuoco un punto dolente, hanno evidenziato un’argomento che si sapeva già, da più di trent’anni.Le  carni rosse indispensabile si indispensabile no?

Di certo la cultura di questi ultimi trent’anni ha spinto per un uso smoderato, vuoi per la sua praticità nel cucinarla, la sua velocità nel preparare i diversi piatti, certo è che la carne ora è sottoposta a giudizio  universale .

Carne si carne no..Premetto ci sono molte teorie sul perchè si dovrebbe mangiare carne, tra cui la più accreditata la teoria della evoluzione  dove l’uomo è un cacciatore, dove l’uomo uccideva per sopravvivere, dove l’uomo uccideva per dimostrare chi era il più forte e quindi secondo questa teoria l’uomo si nutre da migliaia e migliaia di anni di carne.

Forse l’uomo preistorico mangiava carne cruda? Si. Vorrei vedere quante persone acquisterebbero carne cruda sanguinante da un frigorifero di un supermercato in bella vista portarsela a casa e mangiarsela. Sarebbe una cosa disgustante alla vista. Al di là di questa considerazione forte  c’è una grande differenza tra l’apparato digerente di un animale carnivoro come  un felino e l’uomo.

Ok. Inanzi tutto al di la della teoria evolutiva e del consumo di carne fino agli anni cinquanta del secolo scorso nelle famiglie Italiane la carne si mangiava solo nelle grandi ricorrenze, Natale, Pasqua, e qualche ricorrenza speciale. Pe la maggioranza delle persone durante l’anno si mangiavano animali da cortile. Animali di piccola taglia,(oche,anatre,tacchine,pollame vario e nei mesi autunnali, cacciagione di animali selvatici e volatili).

Ora prendiamo in considerazione i due apparati digerenti.

Il primo un animale carnivoro ha un’intestino lungo due volta e mezzo il suo corpo  circa. Il secondo ha l’intestino lungo otto, nove volte il suo corpo.

Nel felino il cibo transita velocemente. nel’uomo transita lentamente. Il primo ha una saliva acida  adatta a sciogliere velocemente la carne il secondo l’uomo ha una saliva basica atta a rendere il cibo alcalino.

Il primo ha un acido cloridrico nell’intestino per sciogliere carne ed ossa crude, il secondo a un acido basico per rendere il sangue alcalino.

Carne rosse insaccati e tumori nei tempi moderni

Ok ora osserviamo la dentatura.

Il primo il carnivoro ha dei denti affilati atti a tagliare la carne con dei incisivi molto prolungati  predisposti a strappare i pezzi di carne dalla carcassa dell’animale.  la seconda a una struttura dentale predisposta a triturare il cibo  per una lunga percorrenza nel’intestino.

La carne di fatto non contiene fibre le spazzine dell’intestino, carenze di fibre uguale a guai intestinali.

Le fibre sono  fondamentali per attivare  i villi intestinali,  per tenerli puliti e pronti a succhiare vitamine e minerali dai cibi e portale alle cellule .Dove sta dunque la differenza tra l’uno e l’altro?

Be è evidente, ci sono diversi particolari che fanno la differenza, per il benessere  dell’uomo.

Ora mi dirai cosa centra tutto questo;  l’intestino, la digestione, la dentatura con i tumori.

Centra, centra, eccome centra.

La carne:  io non ho nulla contro chi vuol mangiare  la carne” libera scelta”.

Da giovane ne ho mangiata, allevata direttamente nella stalla di mio nonno, ( altra carne, altra tipologia di alimentazione dell’animale), ora non sai più cosa mangiano e come vengono allevati questi animali.

Ritornando alla digestione e alla differenza del tubo digerente,nel felino la carne transita velocemente e le feci vengono espulse in poche ore.Nel tratto intestinale dell’uomo,la carne staziona per minimo 24 ore e più, anzi più sei carnivoro più staziona e più va in putrefazione,acidificando il sangue.

Il sangue acido è la causa principale dell’inizio della pazzia della cellula e con essa l’inizio del tumore.

Nel libro  “Vitamine e prevenzione scritto da Antonella Fantò nel 1989” si legge che nei paesi sviluppati i morti per malattie di cancro sono al 21% contro l’8% dei paesi poveri e qui  l’alimentazione la fa da interprete.

E ancora studi fatti a metà anni ottanta sull’alimentazione e prevenzione dei i tumori si mettevano in risalto  i cibi da mangiare con moderazione o da evitare e sono da evitare :grassi animali, burro, insaccati,  wurstel contenenti i nitriti e nitrati, carni affumicate in generale e scatolame.

Tutti questi additivi ( chimici) messi per conservare  e dare un buon sapore agli insaccati e alle carni, quando entrano nel nostro intestino liberano delle  sostanze chiamate nitrosamminealtamente cancerogene.

Carne rosse insaccati e tumori nei tempi moderni

E’ approvato scientificamente che l’uso smoderato di carni e proteine di derivazioni animali possono procurare cellule tumorali.

L’era della pubblicità anni settanta ottanta dove il consumatore di carne era simbolo un stato di benessere economico e fisico è terminata.

Al tempo forse la carne era un’altra cosa, la chimica non era entrata nella genetica dell’animale e quindi mangiando carne sapevi cosa mangiavi non dico che era come se la allevassi tu ma sicuramente era migliore.

Non voglio parlare dell’animale stesso e della sua alimentazione di quello che gli viene somministrato perchè non si ammali, questo è un altro fattore importante i residui degli antibiotici che vengono depositati nella sua carne.

L’alimentazione manipolata e l’eccesso  di uso delle proteine animali sono la causa di questo aumento di probabili tumori derivati della carne e derivati.

In questi ultimi anni  la qualità a lasciato spazio alla quantità  e  dai  27 kg pro capite degli anni 60 del secolo scorso siamo arrivati ai quasi 80 kg dei giorni nostri.

Se dunque triplichi l’ingorgo  e il ristagno nel transito intestinale delle proteine animali, con il loro ristagno,  la fermentazione e la putrefazione e  con l’aumento dei suoi derivati grassi  saturi animali aumento del colesterolocome pensi possa reagire, il tuo corpo?
A te la risposta.

L’alimentazione è il fulcro del benessere una colonna portante.

L’alimentazione è di vitale importanza per il buon esito di una vita durevole  ognuno ha la propria oppinione sul cibo e quindi anche carne si, carne  no.
I fatti dimostrano che la causa dei guai e l’eccesso qualunque esso sia, che siano le proteine animali e derivati, o che siano i carboidrati.

Certo non ti puoi inventare vegetariano togliendo le proteine animali soltanto, devi poi avere un equilibrio e saper come compensare la tua nuova alimentazione.

Niente viene per caso.
Le informazioni contenute in questo  sito sono di carattere generale e non intendono sostituire la consulenza fornita dal proprio medico o altro professionista sanitario. Nessuna affermazione è da intendersi come promotrice di un qualsiasi prodotto in particolare e tanto meno vuole essere una raccomandazione  su come trattare qualsiasi particolare malattia o condizione relativa alla salute. Contattare il medico o il professionista sanitario per eventuali problemi di salute

 

Un saluto da parte mia  e al prossimo articolo.